Come organizzare un battesimo

Quando organizzi un battesimo, la pianificazione è la chiave per un evento di successo. Inizia contattando la chiesa che hai scelto per l’evento, occorre verificare il calendario e le regole alle quali attenersi.  È una buona idea pianificare l’evento con tre mesi di anticipo. Sebbene di solito non ci siano regole ferree su quando è possibile celebrare i battesimi, tenere un battesimo prima del primo compleanno di un bambino è abbastanza comune. Le chiese possono avere orari affollati, in particolare in alcuni periodi dell’anno, quindi occorre essere flessibili.

Come genitori, potrebbe anche essere richiesto di partecipare a una sessione didattica che spiega il significato del battesimo. Questi dettagli dovranno essere curati prima che il battesimo avvenga. Potrebbero esserci delle regole che richiedono che i padrini siano membri della stessa fede. Il titolo di padrino è quello di consulente spirituale, e alcune fedi prendono molto sul serio il loro ruolo.

La selezione dei padrini. Sapere che cosa richiede la tua chiesa è importante, ma anche trovare padrini che siano disposti a prendere sul serio la responsabilità è importante. Una volta stabilita una data, è il momento di inviare gli inviti. Se hai amici e parenti che non parteciperanno, è bello inviare un annuncio di battesimo, che può anche fungere da annuncio di nascita, se lo desideri e assicurati di includere i dettagli della cerimonia nei tuoi inviti, ma la formalità non è obbligatoria. Per coloro che parteciperanno alla cerimonia e al ricevimento sarà molto utile sarà inserire una mappa della chiesa o le raccomandazioni per il parcheggio per il ricevimento o il dopo festa. I regali del battesimo saranno aperti alla fine della cerimonia.