(IN) Netweek

MILANO

Furti, scippi e rapine fanno notizia solo se toccano i vip L’amico del popolo di Roberto Poletti

Share

Che quasi tutto il sistema dell'informazione italiana sia malato ve ne siete accorti da soli, cari lettori. Il giornale che avete in mano racconta ogni settimana, purtroppo, il dramma di chi ha subito la terribile violenza di un furto in casa, una rapina, uno scippo. Notizie che spesso potete leggere solo qui. O provare (non lo auguro a nessuno) sulla vostra pelle. Perché i giornaloni e le televisioni non ne parlano. A meno che non ci sia di mezzo qualche nome che conta. O il morto.

E' proprio questo il senso della mia rabbia. Quando a gridare all'allarme sicurezza nelle nostre città, grandi e piccole, ormai ostaggio dei criminali è la signora Maria, tutto passa in cavalleria. Anzi, peggio: le danno pure della razzista. Quando il problema tocca il figlio di Facchinetti dei Pooh, Adriano Celentano e la sua famiglia o qualche stilista importante e persino qualche ex tronista alla Costantino, allora apriti cielo. Tutti a titolare in prima pagina. Tutti a dire che bisogna far qualcosa.

Roba da ipocriti. E il peggio è che neppure questo ultimo governo ha messo il problema dei furti in casa nei primi punti della sua agenda. Se poi reagisci e spari a qualcuno che nel cuore della notte turba i tuoi affetti forzando la serratura, vieni pure indagato e additato come un delinquente. Nessuno che abbia la forza di fermare un mondo che gira all'incontrario?

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:plt

Pubblicato il: 20 Marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.