(IN) Netweek

MONZA

Tutti in pista per un grande gesto di solidarietà  Il ricavato della “gara” sarà  destinato all’Areu, l’Azienda regionale emergenza urgenza che é in prima fila nel prestare soccorso ai malati

Share

Il monumento storico dei motori sarà di nuovo lo scenario ideale per una gara di solidarietà. E’, infatti, tutto pronto per la seconda edizione di “Solidarietà in pista”, l’evento podistico, non competitivo, organizzato da Cancro Primo Aiuto, che si svolge tra i rettilinei e le curve dell’Autodromo di Monza e che vede il gruppo Netweek quale media partner. Quest’anno avrà un rilievo ancora maggiore, visto che è stata inserita all’interno della manifestazione Monza Sport Festival 2018. L'appuntamento è per il prossimo 10 giugno. Scopo della manifestazione è raccogliere fondi per aiutare l’Areu - l’Azienda regionale emergenza urgenza - a continuare a svolgere la sua missione a favore di tutti i cittadini lombardi.

La partenza ufficiale in pista, sul rettilineo davanti ai box, è fissata alle ore 8 con il lancio di palloncini arancio e blu, i colori di Cancro Primo Aiuto. Sono previsti due percorsi: uno breve di 2,4 km circa (pista piccola), adatto per chi desidera partecipare con la famiglia e magari deve spingere un passeggino, e uno che corrisponde a un giro in pista grande (5,6 km circa).

Con una oblazione di 10 euro (partecipazione libera fino a 12 anni), ogni iscritto avrà diritto a un pettorale, una maglietta ufficiale della manifestazione, a una borraccia offerta da Brianzacque più un dolce a fine percorso nell’area di arrivo.

Ci si può iscrivere in due modi: direttamente in pista il giorno della manifestazione, a partire dalle 7, oppure nei giorni precedenti presso la sede di Cancro Primo Aiuto (via Ambrosini, 1 – Monza).

Alle ore 10,30 nell’area ritrovo sanno premiati i primi 3 classificati, i primi 3 gruppi più numerosi e verranno assegnati altri premi estratti a sorte tra i partecipanti alla marcia. Nel frattempo, per i più piccoli, sono in programma degli eventi collaterali come truccabimbi, sculture di palloncino, laboratorio della creta e di pittura.

Come si diceva, oltre ad avere l'opportunità di calcare l'asfalto delle Formula 1, sarà una straordinaria occasione per fare del bene. Cancro Primo Aiuto, infatti, ha deciso di destinare il ricavato della manifestazione all’Areu, l’Azienda regionale emergenza urgenza che, attraverso il numero 112 è in prima fila a prestare soccorso ai malati lombardi.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 04 Giugno 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.