(IN) Netweek

AOSTA

L’autunno in Valle d’Aosta tra “dèsarpa”, pane nero, mele, storiche fiere e pesca Una regione da vivere 365 giorni l’anno. Ecco tutti gli appuntamenti in programma nei prossimi mesi: domenica 14 ottobre alla fortezza di Bard il “Marchè au Fort”

Share

Valle d’Aosta, una regione da vivere 365 giorni l’anno. E la stagione autunnale cambia il volto della “Vallée”, regalando squarci paesaggistici indimenticabili: alberi dalle tonalità arancioni e prati sfumati di giallo e rosso fanno da sfondo agli eventi che si preparano ad animare la regione più piccola d’Italia.

Qui è la “Désarpa” l’evento che segna la fine della stagione estiva e celebra l’arrivo dell’autunno. Ogni anno, infatti, le mucche, dopo aver trascorso l’intera estate presso gli alpeggi in alta quota, fanno ritorno a valle e il lento cammino verso le stalle coincide, come da tradizione, con la festa di San Michele. Il 29 settembre è una data molto importante per gli allevatori che per l’occasione adornano i loro bovini con fiori colorati e li lasciano sfilare, tra il suono dei campanacci, fino alle loro stalle. La “demonticazione” si celebra in diverse località della regione, come Valtournenche e Cogne.

Non può chiamarsi autunno senza un buon bicchiere di vino novello, e la tradizionale sagra dell’uva torna anche quest’anno ad animare le strade di Donnas. Appuntamento dal 4 al 7 ottobre con la tipica esposizione dell’uva locale e con l’assegnazione dell’ambito “Grappolo d’oro”.

In Valle d’Aosta le mele sono delle vere star, e a loro sono dedicate due delle feste più importanti dell’anno: si comincia a Gressan domenica 7 ottobre con una mostra mercato interamente dedicata alla mela, mentre Antey-Saint-André rinnova l’appuntamento autunnale il 13 e il 14 ottobre.

La storica fortezza di Bard si trasforma nella location d’eccezione del “Marché au Fort”, la vetrina enogastronomica valdostana che, domenica 14 ottobre fino alle 18, mette in mostra tutti i sapori della regione.

Come ogni anno, il 13 e il 14 ottobre ritorna la Festa del Pan Ner - il pane nero più amato della Valle d’Aosta. Sono più di 50 i comuni che partecipano con grande entusiasmo a questa iniziativa, nata per rievocare l’antica tradizione di cuocere il pane di segale nei forni comunitari.

La pesca è uno sport divertente che permette di immergersi nel silenzio della natura. La Valle d’Aosta è ideale per questa disciplina: nelle riserve turistiche gestite dal Consorzio Pesca è consentito pescare tutti i giorni della settimana. L’autunno è la stagione ideale anche per gli appassionati di pesca sportiva.

Tutte le informazioni si possono trovare sul sito www.lovevda.it.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:bom

Pubblicato il: 24 Settembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.