(IN) Netweek

MILANO

Duomo di Milano, Esselunga “adotta” la Guglia Maggiore

Share

Da oltre mezzo millennio il Duomo di Milano è celebrato come simbolo più identificativo della città nel mondo, con i suoi 11.700 mq di superficie interna, le oltre 3.400 statue, le 55 grandi vetrate istoriate e le 135 guglie. Le spese di manutenzione straordinaria e per i restauri del Duomo sono ingenti e sono cresciute a dismisura: intervenire oggi sulla Cattedrale, rispetto a un secolo fa, comporta sensibilità e attenzioni diverse, in linea con i tempi e con la sicurezza, il rispetto dell’ambiente, il controllo approfondito e un monitoraggio continuo delle superfici. Per questo motivo la Veneranda Fabbrica, che si occupa della tutela e valorizzazione del Duomo fin dal 1387, ha promosso nel 2012 il progetto “Adotta una Guglia”, con l’obiettivo di intervenire per la sicurezza di alcune parti del Monumento e restituirlo al mondo in tutta la sua bellezza.

Esselunga ha scelto di sostenere questo importante progetto in memoria del suo fondatore Bernardo Caprotti, in linea con il rispetto e l’amore per l’arte e per la città di Milano che lo hanno contraddistinto nel corso di tutta la sua vita. In segno di omaggio, sabato 30 settembre, nel ricordo del primo anniversario della scomparsa di Caprotti, è stata svelata una targa sulla Guglia Maggiore, un riconoscimento che la Veneranda Fabbrica ha deciso di riservare a Esselunga per l’importante donazione effettuata. Un’analoga targa è stata posizionata, inoltre, nella sala del Grande Museo del Duomo dedicata alla Madonnina.

«“Adotta una Guglia” registra un’altra importante adesione, da un gruppo che come Esselunga fa della laboriosità un proprio tratto immediatamente riconoscibile e distintivo da tutti. Ringrazio Esselunga per il sostegno ai nostri Grandi Cantieri nell’eternare l’infinita bellezza del Duomo e il mio auspicio è che altri soggetti privati prendano spunto da tale esempio per unirsi alla nostra millenaria sfida contro lo scorrere del tempo. Colgo l’occasione per ringraziare anche l’Arciprete Monsignor Gianantonio Borgonovo che in qualità di mio predecessore aveva raccolto tale sostegno» ha dichiarato il presidente della Veneranda Fabbrica Fedele Confalonieri.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:gmc

Pubblicato il: 16 Ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.