(IN) Netweek

MILANO

La locomotiva lombarda s’é fermata, frena la crescita Ma gli imprenditori non sono preoccupati e anzi sono ottimisti per il futuro, per Confindustria «assestamento fisiologico»

Share

Se qualcuno si aspettava un nuovo botto come a inizio anno dovrà ricredersi: i dati dell'indagine congiunturale di Unioncamere Lombardia relativa al secondo trimestre 2017 non sono per nulla soddisfacenti. La corsa del primo trimestre 2017 ha subito uno stop inaspettato ma che non lascia adito a dubbi. La crescita della produzione di oltre due punti percentuali a livello congiunturale tra gennaio e marzo ha lasciato il posto addirittura al segno meno, anche se al minimo (-0,1%). Certo se guardiamo i dati anno su anno, si segnala ancora una crescita significativa della produzione industriale (+2,5%), ma la sostanziale stazionarietà congiunturale lascia un po' perplessi.

Comunque, smorza subito tutte le preoccupazioni Alberto Ribolla, presidente di Confindustria Lombardia: «Dopo l’exploit del I trimestre, nel II trimestre del 2017 i dati congiunturali forniscono un quadro di assestamento fisiologico. Il -0,1 congiunturale della produzione va infatti visto come una stabilizzazione sui livelli registrati nel corso della scorsa rilevazione, difatti il +2,5 tendenziale rispetto allo stesso periodo del 2016 è un dato importante, soprattutto in un’ottica di medio-lungo periodo. Inoltre, ad esclusione di un paio di province, questa crescita risulta essere omogenea in tutti i territori lombardi: aspetto fondamentale affinché nessun territorio rimanga indietro».

E invita a guardare tutti gli altri indicatori indicativi dell'ottimo stato di salute del sistema economico lombardo. In effetti, in generale si riscontrano segni positivi, ma, visto il passo dei primi tre mesi dell'anno ci si aspettava di più.

Andiamo nel dettaglio. Il fatturato a prezzi correnti mantiene tassi di crescita soddisfacenti su base annua per l’industria (+4,5%) mentre la variazione rispetto al trimestre precedente è inferiore al punto percentuale (+0,5%). Per l’artigianato il fatturato cresce ancora su base annua, ma la decelerazione è più evidente (+1,6%). Dal punto di vista congiunturale il risultato è peggiore con una piccola contrazione (-0,3%).

Gli ordinativi provenienti dal mercato interno mantengono un buon ritmo di crescita tendenziale segnando un +3,9%. Come per gli altri indicatori, il dato congiunturale risulta meno soddisfacente evidenziando una decelerazione più marcata nel secondo trimestre (+0,2%). Il mercato estero segue la stessa sorte con un tasso di crescita tendenziale del 5,8% e una variazione congiunturale del +0,8%. La quota di fatturato ricavata dalle esportazioni dall’industria rimane oltre il 40%.

Buone notizie sul delicato fronte occupazionale. L’industria registra un saldo positivo (+0,3%) grazie a un incremento delle assunzioni, nonostante gli effetti degli incentivi fiscali si siano esauriti, e uscite ancora a un tasso inferiore. Stabile il ricorso alla Cassa integrazione guadagni, con una quota di aziende che dichiara di aver utilizzato ore di cassa che scende all’8,9%, e la quota sul monte ore all’1,2%. Anche nell’artigianato il tasso d’ingresso torna ai livelli massimi del 2015 (2,5%), mentre le uscite si fermano all’1,8%, portando a un incremento del saldo positivo (+0,7%). Per gli artigiani si riduce il ricorso alla Cig con una quota di aziende che scende al 2,5% una quota sul monte ore dello 0,3%.

Per quanto riguarda il trimestre in corso, le aspettative degli imprenditori industriali sulla produzione riprendono slancio con una netta prevalenza degli ottimisti e la quota di imprenditori che non prevede alcuna variazione stabile al 56%. Secondo gli imprenditori lombardi, quindi, il rallentamento congiunturale del secondo trimestre era atteso ed episodico e forse anche programmato ricorrendo alle scorte per far fronte alla nuova domanda più che alla produzione. Rimangono positive le aspettative degli imprenditori anche in merito ai livelli occupazionali.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 14 Agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.