(IN) Netweek

MILANO

Fake news: falsi miti e mezze verità  che circolano sull’Euro

Share

Senza l’Euro è meglio: falso! I problemi economici dell’Italia non scomparirebbero cambiando moneta. Anzi, l’uscita dall’Euro porterebbe a fughe di capitali, mutui più cari, maggiore inflazione e perdita del potere d'acquisto.

Con una nostra moneta potremmo svalutare: vero! Questo, secondo alcuni, sarebbe positivo perché i prodotti italiani diventerebbero meno cari nel breve termine. Tuttavia, a lungo andare, le svalutazioni frenano la competitività e la modernizzazione del sistema produttivo.

Con l’Euro i prezzi sono raddoppiati: falso! Secondo l’Istat, dall'adozione dell’Euro a oggi, i prezzi sono aumentati del 33,5%, ma non raddoppiati. Nel passaggio dalla Lira all’Euro, alcune categorie economiche hanno modificato sensibilmente i propri prezzi, distorcendo così la percezione dei consumatori.

Con l’Euro non abbiamo sovranità monetaria: vero! Ma il concetto di sovranità per molte monete è spesso solo formale: in passato anche la Lira ha seguito monete di altri Paesi che godevano di maggiore forza e credibilità.

L’Euro frena le nostre esportazioni: falso! Oggi l’Italia esporta più di quanto importa, come dimostra l’attivo della bilancia commerciale che era di 51,5 miliardi nel 2016.

Non siamo competitivi perché c’è l’Euro: falso! I limiti della competitività italiana non sono imputabili all’Euro, ma a fattori strutturali che penalizzano gli investimenti, la crescita e l’occupazione: scarsa produttività, bassa partecipazione al mercato del lavoro, alto livello d’imposizione fiscale e bassi investimenti in ricerca e innovazione.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:xxx

Pubblicato il: 26 Febbraio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.