(IN) Netweek

MILANO

Le acque dell’Iseo sono eccellenti, 10 milioni per l’ambiente del lago ilgovernatorerisponde@netweek.it

Share

Gentile presidente, Legambiente è in allarme perché il Sebino è inquinato da batteri fecali e microplastiche. Per Ats, invece, che ha campionato le acque del lago a metà giugno, va tutto bene. Anzi, la qualità dell’acqua è eccellente e tutte le spiagge sono balneabili al cento per cento. La domanda sorge spontanea: il lago d’Iseo sta bene o è malato? E’ inquinato o no? Sarebbe un peccato dopo il richiamo internazionale ottenuto da questa bellissima meta turistica.

Carla - Iseo

Gentilissima Carla, la domanda riguarda due tematiche molto diverse tra loro. Il monitoraggio sui batteri fecali è effettuato dalle Ats territorialmente competenti Bergamo, Brescia e Montagna, e sui risultati del monitoraggio si basa la classificazione delle cosiddette “acque di balneazione”. A titolo esemplificativo nell'anno 2016 tutti i 45 siti di balneazione monitorati sul lago d'Iseo hanno presentato una classificazione eccellente. Relativamente alle microplastiche, questa è una tematica emergente per la quale non vengono ancora condotti degli studi di monitoraggio istituzionali ma solo a livello di ricerca, per i quali quindi risulta difficile definire un livello soglia di criticità. Ai sensi della normativa ambientale in vigore che classifica il lago d'Iseo dal punto di vista ecologico e chimico utilizzando una serie di elementi di qualità di natura biologica, chimico fisica e chimica, il lago d'Iseo, in base ai dati di monitoraggio del sessennio 2009-2014, si presenta in uno stato ecologico “sufficiente” e in uno stato chimico “buono”. Come tutti i grandi laghi alpini e subalpini questo lago ha subito un processo di arricchimento di nutrienti a partire dagli anni Cinquanta dovuti allo sversamento di reflui civili e industriali non depurati nelle acque e poi è stato soggetto a un lento andamento positivo. Gli interventi di miglioramento delle reti fognarie, di controllo degli sversamenti dei scaricatori di piena fognari e di miglioramento tecnologico degli impianti di depurazione gravanti sul bacino del lago, sicuramente sono necessari per favorire un più veloce miglioramento della qualità delle acque del lago sia a livello locale. Ed è per questo che nel mese di luglio ho firmato con i sindaci dei comuni che si affacciano proprio sul lago d’Iseo un accordo in cui la Regione mette a disposizione degli stessi comuni 10 milioni di euro che potranno essere impiegati per migliorare l’assetto ambientale di tutto il lago.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 07 Agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.