(IN) Netweek

MILANO

Tutti in classe, suona... l’allarme docenti e dirigenti L’assessore regionale Valentina Aprea conferma la prima tranche di contributi per il trasporto e l’assistenza a studenti disabili

Share

La scuola in Lombardia ai nastri di partenza dal 12 settembre (5 settembre per le materne) mentre il “traguardo” per questo anno scolastico 2017-2018 è fissato all’8 giugno (il 30 per la scuola dell’infanzia).

Ma intanto i problemi si affacciano già, e tanti, nel mare dell’istruzione nazionale. Infatti se dal Governo vengono annunciate 52.000 nuove assunzioni, i dati che si conoscono lasciano presagire che anche quest'anno resteranno scoperte molte cattedre di materie fondamentali, come la matematica, costringendo al ricorso considerevole di supplenti.

«L'altra criticità rilevante più volte segnalata al Ministero dell'Istruzione - spiega con una certa preoccupazione Valentina Aprea, assessore regionale all'Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro, a poche settimane dall'inizio dell'anno scolastico - è l'assenza di dirigenti scolastici che ha portato a un raddoppio delle reggenze con tutto quanto ne consegue in termini gestionali. Le 2.000 assunzioni annunciate sono sicuramente un punto di partenza ma il problema per quest'anno si pone sicuramente. Come assicurato dalla ministra Valeria Fedeli, auspico che la composizione degli organici di ciascuna istituzione scolastica possa avvenire nei tempi giusti, per garantire che all'avvio dell'anno scolastico tutte le cattedre siano coperte e non si arrivi alle patologiche situazioni dello scorso anno, con gli studenti che hanno visto susseguirsi diversi insegnanti fino ad arrivare ai primi di dicembre».

L’inizio del nuovo anno scolastico e formativo è anche l'occasione per riflettere sul calo delle iscrizioni nell'Istruzione Professionale a fronte del persistente successo dell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) regionale. «Con lo stesso Ministero dell'Istruzione - dice ancora l’assessore Aprea - siamo riusciti a condividere un iter di revisione dei percorsi quinquennali di istruzione professionale rispettoso delle competenze costituzionali delle Regioni, maggiormente orientato ai bisogni formativi degli studenti con la possibilità di passerelle con i percorsi professionalizzanti delle Regioni. E su questo è necessario lavorare subito ai provvedimenti attuativi di quel decreto legislativo per partire con le classi prime dei nuovi percorsi con l'anno 2018/2019, come previsto dalla norma. La nostra idea - conclude - è quella di una scuola che ponga al centro lo studente; di una scuola in grado di realizzare percorsi flessibili e modulari per accompagnare i giovani verso il raggiungimento degli obiettivi formativi necessari per l'inserimento nel mercato del lavoro».

Infine c’è poi l’annoso e sempre più presente problema dell’assistenza e il sostegno agli studenti disabili. Per quanto riguarda il trasporto e l'assistenza educativa della scuola secondaria di secondo grado e della IeFP - fa sapere ancora l'assessore - è stato emanato uno specifico avviso per l'anno scolastico e formativo 2017/2018, con uno stanziamento complessivo di risorse pari a 17,5 milioni di euro, a cui si aggiungeranno nel 2018 le risorse statali. Secondo le nuove regole la Regione riconosce fino a 4.000 euro per ciascuno studente disabile per il trasporto e fino a un massimo di 7.140 euro per l'assistenza.

Questo infine il calendario definitivo dell’anno scolastico 2017-2018 che inizierà il 12 settembre 2017 e si concluderà l’8 giugno 2018. Le vacanze: Natale dal 23 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018; Carnevale dal 12 al 13 febbraio 2018; Pasqua dal 29 marzo al 3 aprile 2018.

Leggi tutte le notizie su "IN EUROPA"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 28 Agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.